Rivettatrice: i consigli per scegliere quella giusta

Manuale, elettrica, pneumatica: sono le principali tipologie di rivettatrice. A cosa serve? È lo strumento indispensabile per l’applicazione dei rivetti. Può essere una rivettatrice per inserti filettati oppure per rivetti a strappo. Il suo funzionamento è piuttosto semplice. Si basa sull’esercizio di una forza di trazione che va a comprimere il rivetto sino a deformarlo. Tra le superfici si crea così un forte serraggio meccanico, paragonabile ad una saldatura. La precisione, la velocità e la qualità del fissaggio dipendono in gran parte dalla rivettatrice. Affidarsi ad una rivettatrice professionale, robusta e affidabile, permette di lavorare in sicurezza e ottenere risultati ottimali.

rivettatrice manuale
Rivettatrice
pinze per rivetti
Pinze per rivetti
torchietto per rivetti
Torchietto per rivetti
Pistola spara rivetti
Pistola spara rivetti

Sappiamo che la rivettatrice è il macchinario con il quale si applicano i rivetti e che esistono tantissimi tipi di rivetti in commercio. È facile quindi intuire che, di conseguenza, anche le tipologie e i campi di impiego delle rivettatrici sono innumerevoli. Si va dalle rivettatrici per uso artigianale, utilizzate ad esempio nel settore dell’abbigliamento e della pelletteria, sino a quelle industriali. Trovano ampio impiego nell’automotive, nella costruzione o riparazione di auto ma anche di velivoli, navi e in campo edile. Inoltre sono uno strumento di lavoro quotidiano per molti professionisti come lattonieri o chiunque debba fissare superfici senza poter ricorrere alla saldatura.

Come è fatta e come funziona una rivettatrice

Una macchina rivettatrice è formata da due matrici. Una funge da supporto ed è dove va a incastrarsi la testa del rivetto. Essendoci rivetti di varie forme e dimensioni, le rivettatrici sono dotate di testine intercambiabili per ogni testa. La seconda matrice ha invece una forma cava ed è dove viene forgiata la testa del rivetto. Per capire come funziona la rivettatrice bisogna distinguere tra rivettatrici per rivetti a strappo e per rivetti filettati. In entrambi i casi la rivettatrice esercita una forza di trazione che può essere azionata manualmente o automaticamente, come nella rivettatrice a batteria o elettrica. Nei rivetti filettati tale forza è applicata da un tirante maschio che comprime il pezzo fino a deformare la camera dell’inserto. Nei rivetti a strappo ne deforma la testa e spezza il gambo. Visto che ogni modello è diverso, ti consigliamo di consultare sempre il manuale tecnico per sapere come usare la rivettatrice al meglio.

Tipologie di rivettatrici e le loro caratteristiche

Ora che abbiamo visto come si usa la rivettatrice, vediamo quali sono le principali tipologie. Come abbiamo già accennato, una prima distinzione riguarda il tipo di rivetto applicabile. Abbiamo quindi rivettatrici specifiche per rivetti a strappo e rivettatrici per rivetti filettati. Entrambe possono poi essere manuali, pneumatiche o elettriche. Di seguito tutti i dettagli!

Rivettatrice manuale o pinza per rivetti: economica ed efficiente

È la soluzione ideale per un uso professionale e poco intensivo. La rivettatrice manuale ha il vantaggio di essere molto economica, a livello di prezzi e funzionamento, ma al tempo stesso maneggevole e capace di garantire ottimi fissaggi. Tutti i modelli del nostro catalogo, infatti, pur avendo un costo contenuto si prestano perfettamente ad un utilizzo professionale. Per la sua forma e per la modalità di azionamento, la rivettatrice manuale è conosciuta anche come rivettatrice a leva o pinza per rivetti, rivettatrice a doppia leva.

rivettatrice
Rivettatrice manuale
È composta infatti da due ganasce su cui si trovano i manici di impugnatura. Agendo su di essi si innesca il meccanismo di serraggio che porta alla deformazione del rivetto e al suo inserimento. Nella scelta di una rivettatrice manuale diventa quindi importante affidarsi ad un prodotto che assicuri lavorazioni semplici e rese ottimali. La nostra selezione comprende rivettatrici a doppia leva professionali per rivetti a strappo e rivettatrici manuali per inserti filettati, anche a cambio rapido. Tutti i modelli sono concepiti per agevolare il lavoro e ridurre al minimo lo sforzo di esecuzione. Sono contraddistinti da una forma ergonomica, per facilitarne la presa, e sono realizzati con materiali capaci di resistere all’usura e alle forti sollecitazioni cui sono sottoposti.

Rivettatrice pneumatica o pistola spara rivetti: ideale per un uso intensivo

La rivettatrice pneumatica o oleopneumatica è lo strumento giusto per i professionisti che, dovendo eseguire un numero elevato di rivettature, hanno anche necessità di farlo in tempi rapidi. Una rivettatrice ad aria compressa pertanto, per il suo funzionamento, necessita di un compressore. Questi modelli sono spesso dotati di gancio di sospensione e si prestano quindi ad un utilizzo stazionario, ad esempio all’interno di officine meccaniche. Spesso la rivettatrice pneumatica è anche chiamata pistola per rivetti, in quanto sfrutta la potenza dell’aria compressa per “sparare” fuori il rivetto. Una volta premuto il tasto di accensione, bastano pochi istanti perché il getto d’aria comprima il rivetto e porti a termine il fissaggio. Si ottengono così risultati eccellenti e serraggi di alta precisione. Nella gamma di rivettatrici a catalogo puoi trovare sia rivettatrici pneumatiche per rivetti filettati, sia per rivetti a strappo. In questo caso la macchina rivettatrice è dotata anche di un contenitore di raccolta dei perni con dispositivo di sicurezza integrato, per garantirti un lavoro pulito, da eseguire in totale sicurezza.

Rivettatrice elettrica: massima precisione, nessuno sforzo

Quando devi lavorare su punti di difficile accesso, con scarso spazio di azione, la rivettatrice elettrica è sicuramente la soluzione migliore. Ha il vantaggio di essere maneggevole e leggera quindi puoi portarla sempre con te. In genere è una rivettatrice a batteria con tecnologia agli ioni di litio. Quelle da noi proposte di solito montano una batteria leggera ad alta prestazione e i modelli di punta sono dotati della funzione di risparmio energetico. In pratica, terminata la rivettatura, tornano subito nella posizione di partenza.
rivettatrice a batteria
Rivettatrice elettrica
In questo modo il numero di sequenze operative aumenta, così come l’autonomia dello strumento. Proposte nella variante per rivetti a strappo o filettati, le rivettatrici elettriche sono indicate per un uso professionale ed intenso. Il loro funzionamento è semplicissimo e consentono di eseguire serraggi di precisione, velocemente e senza alcuno sforzo. Visualizza i prodotti disponibili e trova la rivettatrice elettrica giusta per te.

Rivettatrice professionale: quali caratteristiche deve avere?

Le rivettatrici, per la loro tipologia di funzionamento, sono macchinari sottoposti a sollecitazioni continue ed intense. Se cerchi un prodotto affidabile e performante orientati quindi su una rivettatrice professionale, che risponda a specifici standard qualitativi e funzionali. Ci sono alcuni aspetti su cui devi prestare particolare attenzione:

Materiali costruttivi: meglio sceglierli resistenti

La loro qualità è determinante per l’efficienza e la durata della rivettatrice. Se vuoi una rivettatrice manuale, cerca modelli in acciaio o alluminio, possibilmente con manici rivestiti con materiale speciale che renda l’impugnatura più agevole. Per le rivettatrici pneumatiche o elettriche, accertati che, al di là della bellezza estetica, siano in metallo e plastica resistente.

Peso: leggera è meglio

Più la rivettatrice è pesante, più il lavoro è faticoso. Nella scelta di una rivettatrice, preferisci sempre quelle più leggere, soprattutto se si tratta di modelli manuali o di un macchinario che userai frequentemente.

Ergonomia

Una rivettatrice professionale si distingue anche dai piccoli dettagli. Un’impugnatura ergonomica, un rivestimento in gomma o plastica antiscivolo o manici e assi di sostegno sono particolari che possono fare la differenza. E agevolano il lavoro!

Accessori e kit

In commercio esistono dei veri e propri kit per rivettatrici: valigette complete, in cui puoi comodamente riporre gli accessori in dotazione. Puoi trovare quindi erogatori intercambiabili, scorte di rivetti di varie tipologie e dimensioni o anche un utile adattatore per rivettatrice.

Autonomia o risparmio energetico

Quando scegli una rivettatrice elettrica, preferisci modelli dall’elevata autonomia e dotati di funzione di risparmio energetico. Nel caso di rivettatrici pneumatiche, orientati su modelli dal minimo consumo di aria compressa.
uso della rivettatrice
Rivettatrice manuale durante l'utilizzo

Quanto costa una rivettatrice?

Il prezzo di una rivettatrice è estremamente variabile. Intanto c’è una grandissima differenza tra una rivettatrice manuale da poche decine di euro e una ad aria compressa. I modelli pneumatici sfruttano tecnologie elaborate che giustificano un prezzo più elevato. Sono inoltre destinate ad un uso professionale intensivo che richiede la massima affidabilità e un investimento maggiore. A parità di tipologia di rivettatrice il costo varia anche in base alla qualità costruttiva, le caratteristiche del prodotto e gli eventuali accessori. Tieni però presente che le moderne rivettatrici prevedono optional che ne aumentano sì il costo, ma agevolano anche il lavoro, a livello di velocità, efficienza e sicurezza.