Rivetti a strappo: diverse teste, diversi usi

I rivetti a strappo sono un sistema di fissaggio meccanico apprezzato per la facilità d’uso e l’ottima qualità del serraggio, paragonabile a una saldatura. Sono composti da due elementi, una testa e un chiodo che, nel momento dell’applicazione tramite rivettatrice, si spezza in un punto preciso, completando quindi il fissaggio. Il rivetto a strappo permette così di lavorare solo da un lato delle superfici da serrare, anche in presenza di angoli ciechi.  Anche per questo vengono chiamati rivetti ciechi e trovano amplia applicazione nei settori più disparati come automotive, nautica, edilizia e industria. In commercio esistono rivetti a strappo di dimensioni molto varie per lunghezza del chiodo e diametro. Il chiodo è quasi sempre in acciaio o in alluminio mentre la boccola può essere diversa. Abbiamo così rivetti a strappo inox, in alluminio ma anche rame o acciaio semplice. Esistono poi numerose tipologie di rivetti a strappo, diversi in base al tipo di testa.

rivetto a strappo a testa larga
Rivetti a testa larga
Rivetto a doppia testa
Rivetti a doppia testa
rivetto a testa svasata
Rivetti a testa svasata
rivetto a testa tonda
Rivetti a testa tonda

I rivetti a testa larga o a testa piatta, sono ideali per il fissaggio di materiali più fragili, come lamiere sottili. La dimensione maggiorata della testa permette infatti di avere uno spazio di appoggio più ampio che evita la rottura delle superfici. Per aiutarti nella scelta della corretta misura dei rivetti a testa larga puoi consultare le schede tecniche. Qui sono riportati la lunghezza e diametro del chiodo, il diametro nominale e lo spessore serrabile minimo e massimo. Per quanto riguarda i materiali, la scelta va dal rivetto in alluminio a testa piatta al rivetto in acciaio inox A2 o A4, per avere la massima resistenza.

Esempi di rivetti a testa larga

Diametro nominaleLunghezzaSpessore serrabile min/maxDiametro testaProdotto
4 mm10 mm4-6 mm10 mmvai al prodotto
5,0 mm10,0 mm4,5-6,0 mm11 mmvai al prodotto
5,0 mm12,0 mm6,0-8,0 mm11 mmvai al prodotto
5,0 mm16,0 mm8,0-12,0 mm11 mmvai al prodotto
5,0 mm20,0 mm12,0-16,0 mm11 mmvai al prodotto
5,0 mm25,0 mm16,0-21,0 mm11 mmvai al prodotto
5,0 mm30,0 mm21,0-25,0 mm11 mmvai al prodotto
5,0 mm8,0 mm0,5-4,5 mm11 mmvai al prodotto
5,0 mm10,0 mm4,5-6,0 mm14 mmvai al prodotto
5,0 mm12,0 mm6,0-8,0 mm14 mmvai al prodotto
5,0 mm14,0 mm8,0-10,0 mm14 mmvai al prodotto
5,0 mm16,0 mm10,0-12,0 mm14 mmvai al prodotto
5,0 mm18,0 mm13,0-15,0 mm14 mmvai al prodotto
5,0 mm20,0 mm12,0-16,0 mm14 mmvai al prodotto
5,0 mm8,0 mm0,5-4,5 mm14 mmvai al prodotto
3,2 mm6 mm1,5-3,5 mm9,5 mmvai al prodotto
4,0 mm14,0 mm8,0-11,0 mm12 mmvai al prodotto
4,0 mm8 mm3,0-5,0 mm12 mmvai al prodotto
4,8 mm12 mm6-8 mm16 mmvai al prodotto
4,8 mm16 mm10-12 mm16 mmvai al prodotto
4,8 mm24,0 mm16,0-20,0 mm16 mmvai al prodotto

Rivetti a doppia testa, ideali per i tessuti

Sono conosciuti come rivetti a doppia testa ma in realtà si tratta di ribattini. In questo caso il rivetto è formato da due componenti, una testa maschio e una femmina che, una volta chiusi e incastrati tra loro, fissano le superfici. Il fissaggio avviene tramite uno speciale fissatore o una semplice incudine. I rivetti a doppia testa trovano applicazione soprattutto su materiali morbidi, come cuoio e tessuti, dove spesso svolgono una funzione decorativa. Sono quindi utilizzati in particolare nel settore dell’artigianato o tessile. Ne esistono molte varianti, diverse nella forma, dimensioni e materiale. I più comuni sono in ottone, ma possono essere anche in alluminio o acciaio.

Rivetto a doppia testa
Rivetti a doppia testa

Esempi di rivetti a testa doppia

LunghezzaDiametro boccolaDiametro testaProdotto
9 mm3 mm10 mmvai al prodotto
15 mm3,5 mm13 mmvai al prodotto

Rivetti a testa svasata per superfici lisce

Se vuoi ottenere una superficie pressoché liscia, senza sporgenze, i rivetti a testa svasata fanno al caso tuo. La testa a perdere garantisce un fissaggio pulito in cui il rivetto a testa svasata è praticamente a filo della lamiera. È quindi la soluzione ideale soprattutto se applicato su fori già svasati. Per una lavorazione ottimale è importante anche scegliere la giusta dimensione e tipologia di rivetto. Trovare quello giusto sarà sicuramente semplice perché la nostra selezione di rivetti svasati è davvero completa. Totalmente in acciaio, oppure in acciaio e alluminio o in inox: abbiamo tantissime varianti, proprio per rispondere ad ogni esigenza.

rivetto a testa svasata
Rivetti a testa svasata

Esempi di rivetti a testa svasata

Diametro nominaleLunghezzaDiametro testaAltezza testaProdotto
3,0 mm10 mm6,3 mm1,3 mmvai al prodotto
3,0 mm12 mm6,3 mm1,3 mmvai al prodotto
3,0 mm6,0 mm6,3 mm1,3 mmvai al prodotto
3 mm8 mm6,3 mm2 mmvai al prodotto
3,2 mm10,0 mm6,7 mm1,3 mmvai al prodotto
3,2 mm12 mm6,7 mm1,3 mmvai al prodotto
3,2 mm15,0 mm6,7 mm1,3 mmvai al prodotto
3,2 mm18,0 mm6,7 mm1,3 mmvai al prodotto
3,2 mm6,0 mm6,7 mm1,3 mmvai al prodotto
3,2 mm8,0 mm6,7 mm1,3 mmvai al prodotto
4,0 mm10,0 mm8,4 mm1,7 mmvai al prodotto
4,0 mm12,0 mm8,4 mm1,7 mmvai al prodotto
4,0 mm16,0 mm8,4 mm1,7 mmvai al prodotto
4,0 mm20,0 mm8,4 mm1,7 mmvai al prodotto
4,0 mm6,0 mm8,4 mm1,7 mmvai al prodotto
4 mm8 mm8,4 mm1,7 mmvai al prodotto
4,8 mm14,0 mm10,1 mm2 mmvai al prodotto
4,8 mm16,0 mm10,1 mm2 mmvai al prodotto
4,8 mm21,0 mm10,1 mm2 mmvai al prodotto
4,8 mm30,0 mm10,1 mm2 mmvai al prodotto
5,0 mm10,0 mm10,5 mm2,1 mmvai al prodotto
5,0 mm12,0 mm10,5 mm2,1 mmvai al prodotto
5,0 mm16,0 mm10,5 mm2,1 mmvai al prodotto
5,0 mm20,0 mm10,5 mm2,1 mmvai al prodotto
5,0 mm25,0 mm10,5 mm2,1 mmvai al prodotto
5,0 mm30,0 mm10,5 mm2,1 mmvai al prodotto
5,0 mm8,0 mm10,5 mm2,1 mmvai al prodotto

Rivetti a testa tonda: i più versatili

I rivetti a testa tonda si adattano a qualsiasi tipo di applicazione e, con il minimo sforzo, ti permettono di ottenere un fissaggio rapido, veloce e sicuro. Per la loro versatilità, si prestano a molteplici lavorazioni e per questo non dovrebbero mai mancare nel tuo kit di fissaggio. Per scegliere il giusto rivetto a testa tonda valuta le superfici che andrai a fissare. La regola vuole che il materiale dei rivetti debba essere simile a quello della superficie su cui sarà inserito. Quindi se lavori su lamiere spesse orientati su rivetti a testa tonda inox mentre per le grondaie scegli piuttosto un rivetto in rame.

rivetto a testa tonda
Rivetti a testa tonda

Esempi di rivetti a testa tonda

Diametro nominale x lunghezzaProdotto
3,0 x 8 mmvai al prodotto
3,0 x 10 mmvai al prodotto
3,0 x 12 mmvai al prodotto
4,0 x 8 mmvai al prodotto
4,0 x 10 mmvai al prodotto
4,0 x 12 mmvai al prodotto
4,0 x 16 mmvai al prodotto
4,8 x 10 mmvai al prodotto
4,8 x 12 mmvai al prodotto
4,8 x 16 mmvai al prodotto
4,8 x 20 mmvai al prodotto
4,8 x 25 mmvai al prodotto

Caratteristiche e vantaggi dei rivetti a strappo

La maggior parte dei rivetti sono rivetti a strappo. I motivi per cui ogni giorno professionisti di svariati settori li scelgono sono tantissimi. Un rivetto a strappo, soprattutto se di ottima qualità come quelli proposti su Trovarivetti.it, è un sistema particolarmente efficiente e dotato di proprietà tra cui:

Un primo punto di forza è sicuramente la versatilità. I rivetti a strappo, infatti, sono indicati per l’unione di molti materiali, anche diversi tra loro. Trovare il rivetto giusto è piuttosto semplice perché le varianti sono numerosissime. Puoi scegliere le dimensioni, la forma della testa, la tipologia e anche il tipo di materiale. Una volta individuato il tuo prodotto, il fissaggio è semplice e il risultato perfetto. A fronte di un investimento sempre contenuto, i rivetti a strappo garantiscono infatti un’unione delle superfici simile a quella di una saldatura. Permettono inoltre di lavorare solo da un lato, quindi anche in spazi difficilmente accessibili.
La rivettatura a strappo avviene senza bisogno di surriscaldare l’area di applicazione del rivetto. Quindi le superfici di contatto non si deformano e mantengono inalterate le loro proprietà strutturali.

I materiali da rivettare consigliati per i rivetti a strappo

Quando scegli un rivetto a strappo assicurati che sia di un materiale simile a quello delle superfici che andrai a serrare. È importante infatti che i due elementi abbiano analoghe caratteristiche strutturali ma anche estetiche. Su Trovarivetti.it potrai scegliere tra rivetti a strappo in:
tipologia
Rivetti a strappo

In questo modo troverai subito la soluzione adatta a te. I rivetti a strappo in acciaio o acciaio inox sono indicati per fissaggi robusti, su materiali pesanti, di solito metallici. In alternativa puoi usare rivetti a strappo in alluminio, sempre molto resistenti ma con il vantaggio di essere particolarmente leggeri. Per i componenti delle carrozzerie come pannelli auto, parafanghi o paraurti, orientati invece su rivetti a strappo in plastica o in altre sostanze polimeriche, come in poliossimetilene, polietelene o poliammide. Ci sono poi materiali che, oltre all’efficienza del fissaggio, possono assolvere anche a una funzione decorativa. Sono quindi indicati per tutte le superfici visibili come grondaie ma anche oggetti d’artigianato. È il caso dei rivetti in rame o in ottone, apprezzati anche per l’ottima conducibilità elettrica e conduttività termica. Esistono poi varianti anche ibride, con boccola e chiodo in materiali diversi, come acciaio e alluminio. Insomma, non hai che l’imbarazzo della scelta!

I tipi di applicazione dei rivetti a strappo

Per la sua versatilità, il rivetto a strappo è ideale per il fissaggio di qualsiasi tipo di lamiera o superficie più o meno sottile, in metallo e non. Trova quindi applicazione ad esempio nei seguenti ambiti:
Non esiste praticamente un settore in cui i rivetti a strappo non siano utilizzati. Nell’automotive sono impiegati un po’ ovunque, all’interno e all’esterno dell’abitacolo: sul telaio, nella struttura dei sedili, nel portapacchi, nella colonna dello sterzo ecc… Stesso discorso anche per l’edilizia e le costruzioni. Puoi usare i rivetti a strappo per costruire scaffalature, ponteggi ma anche grondaie, serramenti, per fabbricare scale e molto altro. Anche nella costruzione o manutenzione di ascensori, impianti fotovoltaici o sistemi di condizionamento -solo per fare degli esempi – si fa ampio uso di rivetti a strappo di varie tipologie e materiale. Così come nella maggior parte degli elettrodomestici, attrezzature mediche o persino nei bagni chimici. La scelta del tipo di rivetto cambia comunque a seconda delle varie esigenze. Nel settore navale, ad esempio, si tende a preferire rivetti a strappo in acciaio inox, perché più resistenti alla corrosione e alle infiltrazioni d’acqua. In lattoneria e soprattutto per la costruzione di grondaie, si preferiscono invece i rivetti in rame.