Rivetti stagni: massima resistenza ad acqua, aria e polvere

Rivetti ermetici, rivetti stagni o rivetti con guarnizione: sono modi diversi per indicare lo stesso tipo di prodotto. Si distinguono per la capacità di garantire completa protezione dalle infiltrazioni d’acqua. Merito della speciale boccola “a bicchiere” che, oltre a riempire completamente il foro, non si usura nel tempo. Questi rivetti sono quindi un sistema di fissaggio a tenuta stagna particolarmente robusto e ideale per unire superfici esposte ad acqua o agenti atmosferici, come nel caso delle grondaie. La gamma di rivetti stagni è piuttosto ampia. Una prima classificazione riguarda la forma della testa che può essere tonda, piana ma anche svasata. Per ogni tipologia esistono poi diverse misure che variano per diametro nominale, lunghezza, diametro e altezza della testa. Ed infine il materiale: generalmente è acciaio, inox o alluminio ma esistono anche varianti di rivetti in rame. Non solo, il rivetto ermetico con anello in neoprene è composto da un corpo in EPDM e un inserto metallico, ad esempio in ottone. Si distingue per le ottime proprietà antivibranti e insonorizzanti. Sono disponibili in varie misure e forme ma il più richiesto rimane il rivetto filettato in neoprene. Consulta le nostre schede tecniche per avere informazioni dettagliate su ogni rivetto stagno.

rivetto a tenuta stagna in alluminio
Rivetti a tenuta stagna

Con i rivetti a tenuta stagna avrai la certezza di ottenere fissaggi resistenti ad esposizioni ad acqua e altri agenti atmosferici. Un altro vantaggio è sicuramente l’insonorizzazione e la capacità di assorbire le vibrazioni, caratteristiche tipiche dell’anello in  neoprene. Non solo, i rivetti ermetici si distinguono anche per:

anello in neoprene
Rivetti con anello in neoprene

Si tratta quindi di rivetti estremamente robusti, indicati in tutte le situazioni in cui si ricercano prestazioni particolari. Il loro maggior pregio è sicuramente la capacità di resistere a infiltrazioni d’acqua. Sia prima che dopo l’applicazione, infatti, il chiodo è completamente inserito nella boccola, garantendo così una tenuta stagna. Questa particolare forma permette ai rivetti con guarnizione di attutire le vibrazioni e di avere un’elevata resistenza anche a polvere, aria e all’ozono.  Quindi, anche se esposti all’esterno e alle intemperie, mantengono inalterate le loro proprietà nel tempo. Si usurano con estrema difficoltà e la qualità del fissaggio rimane eccellente a lungo. I rivetti con anello in neoprene sono ideali per unire materiali diversi tra loro, garantendo un fissaggio a tenuta stagna. Si prestano ad esempio all’unione di metallo e componenti in plastica.  Oltre ad assicurare un’ottima insonorizzazione, possono essere utilizzati anche su superfici a contatto con sostanze particolari. Infatti, in presenza di numerosi oli, solventi o grassi mantengono inalterate le loro proprietà strutturali e funzionali. Sono quindi rivetti piuttosto robusti e dall’elevata resistenza al taglio. A completare i punti di forza dei rivetti stagni c’è infine la loro ottima resistenza alle temperature molto alte. Anche se esposti a fonti di calore non subiscono alcuna deformazione.

set di rivetti stagni
Set di rivetti stagni

I materiali da rivettare consigliati per i rivetti stagni

I rivetti ermetici sono un sistema di fissaggio molto versatile che può essere utilizzato su diversi materiali di natura metallica. Rientrano tra questi, ad esempio:

grondaie con rivetti stagni
Applicazione dei rivetti sul rame

Come tutti i rivetti, consigliamo sempre di scegliere un rivetto stagno di un materiale il più possibile simile a quello della superficie su cui andrà inserito. Otterrai così un fissaggio ottimale, anche sul piano estetico. Trattandosi comunque di rivetti usati soprattutto in ambienti umidi e a contatto con acqua, è normale che i materiali su cui applicare i rivetti ermetici siano soprattutto metalli, per loro natura già particolarmente resistenti. Rientrano tra questi l’acciaio e l’ancora più robusto acciaio inox. Le superfici da rivettare possono essere anche in alluminio, materiale robusto ma meno pesante dell’acciaio. O anche sul rame, usato spesso nelle tubazioni di impianti idraulici e condutture. Su Trovarivetti.it sono presenti i migliori rivetti stagni in alluminio e altri materiali; per ognuno riportiamo una scheda tecnica in cui puoi trovare le specifiche e anche consigli per la loro corretta applicazione.

I tipi di applicazione dei rivetti ermetici

Grazie alla notevole resistenza ad acqua, polvere ed aria, i rivetti stagni si prestano sia ad applicazioni generiche sia ad altre in cui siano richieste proprietà isolanti, antivibranti e insonorizzanti.  Li ritroviamo quindi su superfici sottoposte a forti getti d’acqua o ad esposizioni termiche e atmosferiche anche intense. I rivetti ermetici sono pertanto adatti per il montaggio e la produzione di:

applicazione rivetti neoprene
Applicazione dei rivetti stagni su una moto

In pratica i rivetti con guarnizione sono indicati per qualsiasi tipo di connessione ermetica tra giunti impermeabili. Puoi quindi usarli ad esempio nella costruzione di container oppure all’interno degli impianti di condizionamento.
Li ritroviamo anche nel campo dell’edilizia, in particolare nella realizzazione di grondaie, dove l’impermeabilità diventa una caratteristica fondamentale. Nelle auto, e in generale nei veicoli, i rivetti a tenuta stagna sono usati soprattutto nella costruzione di serbatoi oppure in alcune componenti delle carrozzerie esposte ad agenti atmosferici o liquidi. Per le loro caratteristiche i rivetti impermeabili ed ermetici sono un elemento di congiunzione molto diffuso anche nella cantieristica navale. Grazie alla sua capacità antivibrante e all’ottima resistenza all’invecchiamento atmosferico viene spesso impiegato ad esempio nell’assemblaggio di carenature di scooter e moto. Oppure nei rimorchi e nelle coperture dei macchinari dove, oltre ad assorbire le vibrazioni, attutisce anche i rumori. I rivetti in neoprene sono però anche degli eccellenti isolanti elettrici. Ecco perché puoi usarli nella costruzione o riparazione di impianti di refrigerazione o climatizzazione o, in generale, nella realizzazione di impianti anche di ingegneria agricola.

Esempi di rivetti a tenuta stagna

Diametro nominaleLunghezzaDiametro testaAltezza testaProdotto
3,2 mm7,0 mm5,9 mm1,3 mmvai al prodotto
3,2 mm8,5 mm5,9 mm1,3 mmvai al prodotto
4,0 mm11,0 mm7,6 mm1,7 mmvai al prodotto
4,0 mm12,5 mm7,6 mm1,7 mmvai al prodotto
4,0 mm14,0 mm7,5 mm1,3 mmvai al prodotto
4,0 mm9,5 mm7,6 mm1,7 mmvai al prodotto
4,8 mm11,0 mm9,5 mm1,8 mmvai al prodotto
4,8 mm12,5 mm9,5 mm1,8 mmvai al prodotto
4,8 mm14,0 mm9,5 mm1,8 mmvai al prodotto
4,8 mm15,5 mm9,5 mm1,8 mmvai al prodotto
4,8 mm19,5 mm9,5 mm1,8 mmvai al prodotto

Esempi di rivetti con anello in neoprene

Diametro nominale x lunghezzaSpessore serrabile min/maxCarico di rottura a taglioCarico di rottura a trazioneProdotto
5,2 x 19,1 mm1,5-5,5 mm1900 N2900 Nvai al prodotto
5,2 x 22,2 mm5,0-8,5 mm1900 N2900 Nvai al prodotto