Rivetti strutturali a resistenza altissima

La particolarità dei rivetti strutturali è la capacità di inserirsi perfettamente nel foro applicato sulla superficie da serrare, tanto da creare un’unica struttura. Inoltre durante l’inserimento, non si verifica alcun distacco del chiodo. Si ottiene così un bloccaggio meccanico iper-resistente, ermetico, capace di sostenere carichi molto pesanti e di resistere a forti sollecitazioni e vibrazioni. Per questo i rivetti strutturali sono impiegati spesso nell’industria ferroviaria o nella produzione di mezzi di trasporto pesante. L’applicazione di solito avviene tramite rivettatrice pneumatica o a leva. È rapida, semplice e garantisce risultati ottimali e di lunga durata. I rivetti strutturali sono disponibili in diversi materiali: acciaio, alluminio e acciaio inox. Oltre che per l’elevata resistenza, si distinguono per la loro vastissima gamma di spessori serrabili, adatta a coprire qualsiasi esigenza. Le nostre schede tecniche riportano sempre lo spessore serrabile minimo e massimo in modo da aiutarti nella scelta del giusto rivetto.

rivetto strutturale a testa cilindrica
Rivetti strutturali a testa cilindrica
rivetto strutturale a testa piana in acciaio
Rivetti strutturali a testa piana in acciaio
rivetto strutturale a testa piana in alluminio
Rivetti strutturali a testa piana in alluminio
Se volessimo descrivere i rivetti strutturali in due parole, potremmo usare “massima resistenza”. Le caratteristiche che li contraddistinguono sono infatti:

La particolare conformazione dei rivetti strutturali permette al rivetto di riempire completamente il foro. In questo modo puoi compensare anche punte irregolari, scanalate, disallineate oppure sovradimensionate.
Il bloccaggio interno del mandrino, inoltre, rende il fissaggio estremamente resistente alle vibrazioni. Con questo tipo di rivettatura le superfici si uniscono come in un unico corpo, uniforme e omogeneo. Ne deriva una forza di serraggio impressionante. Il blocco così creato possiede una tenuta meccanica altissima anche se sottoposto a continue forze di trazione.
I rivetti strutturali, inoltre, garantiscono un’elevata resistenza al taglio e anche agli agenti atmosferici. A tutto questo si aggiunge un altro vantaggio: la possibilità di impiegare un rivetto strutturale su spessori serrabili molto diversi tra loro. Consultando la vasta gamma di gamma di tipologie e misure presente su Trovarivetti.it potrai quindi individuare facilmente il prodotto più a te.
Ti basteranno poi pochi minuti per applicarlo e ottenere un fissaggio duraturo e dalla resistenza nettamente superiore a quello di un rivetto a strappo standard.

funzionamento del rivetto strutturale
Funzionamento del rivetto strutturale

I materiali da rivettare consigliati per i rivetti strutturali

I rivetti strutturali si prestano ad applicazioni su materiali pesanti, anche di spessore elevato. Sono ottimi per il fissaggio di lastre metalliche, anche se di composizione diversa. Nello specifico puoi usare un rivetto strutturale su:

Il compito dei rivetti strutturali è garantire fissaggi particolarmente resistenti. Vanno quindi utilizzati su superfici esposte a intense forze meccaniche, spesso anche ad intemperie. Oppure su elementi sottoposti a vibrazioni o al rischio di tagli. Parliamo quindi di lastre piuttosto robuste, idonee a resistere a tutte queste sollecitazioni.
Ecco perché i materiali più indicati per un fissaggio tramite rivetto strutturale sono metalli resistenti come l’acciaio, ancor meglio se acciaio inossidabile perché più solido e forte dell’acciaio semplice.
Un’altra alternativa è l’alluminio che, pur essendo più leggero rispetto all’inox o all’acciaio, è comunque ugualmente robusto. I rivetti strutturali possono inoltre essere impiegati per unire la plastica rigida e particolarmente robusta con una superficie metallica.

Rivetti strutturali: tipi di applicazione

I rivetti strutturali sono impiegati in ogni situazione in cui sia necessario un fissaggio meccanico ad alte prestazioni e lunga durata. Trovano quindi ampio impiego nella costruzione o produzione di:

rivetti strutturali
Rivetti strutturali
In generale i rivetti strutturali sono adatti per la realizzazione di qualsiasi struttura o costruzione metallica, soprattutto se deve resistere a forti carichi. Non a caso uno dei settori che più li utilizza è l’industria ferroviaria. Trovano però impiego anche nella carpenteria pesante e nell’edilizia. Per le stesse ragioni i rivetti strutturali vengono utilizzati nella costruzione di macchinari agricoli oppure di mezzi di trasporto pesanti. Sono perfetti ad esempio per rimorchi e camion, su superfici spesso sottoposte a forti vibrazioni. Sono però presenti anche nelle giunzioni delle carrozzerie, sia delle automobili, sia dei veicoli commerciali, dove è importante che il fissaggio abbia una buona resistenza agli agenti atmosferici. Essendo infatti molto resistenti all’acqua e alle infiltrazioni di liquidi, i rivetti strutturali sono perfetti anche all’interno di condizionatori o di impianti di riscaldamento. Infine sono un elemento comune nel settore elettrico: sono utilizzati nella costruzione o manutenzione di scatole o impianti elettrici ma anche in diversi elettrodomestici.

Esempi di rivetti strutturali

Diametro nominaleLunghezzaDiametro testaAltezza testaProdotto
4,8 mm13,3 mm9,70 mm1,80 mmvai al prodotto
6,5 mm14,0 mm13 mm2,50 mmvai al prodotto
6,5 mm20,0 mm13 mm2,50 mmvai al prodotto